ALAIN SOUCHON

Alain Souchon illustration 1

BIOGRAFIA:
Alain Souchon è nato il 27 maggio 1944 a Casablanca, ma cresce a Parigi dove suo padre è professore d'inglese e la sua madre autore. Timido e malinconico, non comprende grande cosa alla scuola e manca la sua vasca tre volte. La sua madre lo invia seguire i suoi studi in Inghilterra, iscrive troppo tardi egli non ha posti nell'istituto universitario che doveva accoglierlo. Alain decide nonostante molto di restare a Londra e vive di piccoli lavori. Durante questi 18 mesi, scopre Stones e Beatles, tutta una cultura, che gli dà desiderio di mettersi alla chitarra ed alla composizione.

Alain Souchon photo 2
Alain Souchon picture 3

Di ritorno in Francia, più che mai appassionato dalla musica, scrive le sue prime canzoni e si produce in piccoli cabaret parigini. Gli inizi sono difficili e per guadagnare la sua vita Alain lavora nell'edificio come carpentiere o pittore. Nel 1968, incontra Françoise che diventa sua moglie e con che egli avrà due fili, il primo portando il nome di suo padre Pierre.
Nel 1971 firma un contratto da Pathé Marconi e registra alcuni titoli che incontrano soltanto alcuni successi di stima. Alain è soddisfatto delle sue canzoni ma sa che la musica gli pone problemi. Quando la sua casa di disco gli propone di prendere come arrangeur un giovane sconosciuto come lui, è il scatto. Laurent Voulzy ed Alain non si lascerà più. Della loro riunione sorge un primo tubo: "ho dieci anni", che è anche il titolo dell'album che esce in 1974. la sua carriera è lanciato e diventerà l'uno dei grandi cantanti francesi.
Nel 1980, incontra Claude Berri, che gli dà un ruolo in "io li gradisce". Gira in sette pellicole, di cui "l'estate mortale" con Isabelle Adjani, quindi decide di fermare il cinema "non essendo fatto per quello" dice.
Artista impegnato, Souchon fa parte dell'avventura suolo in se e partecipa agli "Enfoirés".
Nel 1993 fa uscire l'album "è già Ca" che contiene famoso la "folla Sentimentale" titolo che diventa un tubo essenziale del repertorio del cantante, vedere della canzone francese. Venduto a più di uno milione di copie, quest'album gli vale due vittorie della musica, quelle della migliore canzone dell'anno e del migliore artista maschile.
"alla corrente delle margherite" esce in 99 e Souchon riparte in tondo per più di un anno. Di questo tondo usciranno dvd ed un album live, "voglio di live", che sembrano nel dicembre 2002 fare pazientare il suo pubblico a nel 2005 e l'uscita "della vita Théodore (Carterline)" il suo ultimo album studio dedicato a Françoise Sagan e Théodore Carterline che ci conferma che Alain Souchon, simpatici, modesti e discreti e l'uno dei grandi artisti della cultura francese.

Alain Souchon wallpaper